Fabio Gravina: “Denuncia e riscatto si leggono nella storia attraverso la lente della satira e della comicità”

“Vi parlo della mia idea di arte teatrale a cui ho fatto riferimento in tutti gli anni passati in questo mondo. Ho sempre cercato, in ogni mio allestimento teatrale, di mantenere la verità artistica, di tenere viva la finzione teatrale. Nell’ultimo periodo ho deciso, in particolare, di mettere da parte il teatro napoletano a vantaggio di autori più sobri, autori di prosa e autori classici. Ho scelto di raccontare la nostra contemporaneità, descrivere la società che ci circonda. Ricordiamoci sempre, al riguardo, che la denuncia e il riscatto si leggono nella storia attraverso la lente della satira e della comicità. Detto ciò, continuo nel mio proposito di presentare un teatro di grande tradizione popolare che parte dal classico e arriva al contemporaneo, per dare la possibilità allo spettatore di vivere sia il come eravamo che il come siamo diventati, per indagare gli strati più profondi della società, elemento di grande rilevanza in questo momento difficile.”

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts