Diego Buono:“La Buona Pratica degli Enti di Previdenza”

“Sono onorato di questo premio che condivido con l’intera mia struttura, con il mio consiglio di amministrazione. In un periodo così difficile siamo riusciti a incarnare tutte le forme possibili di assistenza, innanzitutto salvaguardando l’ente mandando tutti i lavoratori in smart working, ma un tipo di smart working vero, consistente, nel senso che non ha tolto ai nostri 85 mila associati l’informazione, che gira e continua a girare, intorno a questa emergenza. Noi abbiamo dato la possibilità ai nostri associati di poter accedere a microcrediti, abbiamo dato previdenze straordinarie in caso di contagi per positività, per ricoveri, purtroppo in alcuni casi anche in seguito a decessi di colleghi che abbiamo avuto su tutto il territorio nazionale. Tutto questo però l’abbiamo fatto sempre con una certa ambiguità. Ci tengo a precisare infatti che noi siamo un ente di previdenza privato dal’95 in base alla legge 509 del’94, ma che nasce nel’55 come ente pubblico, e molto spesso veniamo ricordati solo quando si prendono in esame i nostri patrimoni e l’utilità del nostro patrimonio per il sistema. Anche in quello noi siamo molto attivi, negli investimenti nel settore infrastrutturale del nostro Paese, nel sostegno del nostro Paese sotto vari aspetti. In questo periodo ci siamo prodigati ancora di più per andare incontro a questa situazione e a tal fine abbiamo erogato 53 mila bonus per conto dello Stato per le mensilità di marzo, aprile e maggio. Lo Stato ha ritenuto di dare un bonus ai professionisti come indennità per il lock down, ma effettivamente e concretamente questo l’abbiamo fatto noi anticipando 115 milioni allo Stato che ad oggi non sono rientrati. Se prendiamo tutte le Casse di previdenza, 1 miliardo e 105 milioni che abbiamo anticipato in totale, su 503 mila professionisti e anche cittadini, è evidente il ruolo indispensabile che noi con le nostre Casse abbiamo rivestito nei mesi passati e il ruolo che stiamo continuando a rivestire. Le Casse di previdenza sono molto attive, veloci, assicurano il sostegno ai nostri professionisti, peccato che non ci venga mai riconosciuta questa attività di credito che noi invece forniamo. Proprio e ancora di più per questo vi ringrazio, perchè avete posto l’attenzione sugli enti di previdenza, sulla mia cassa in particolare, ma ritengo, più in generale, che questo premio rappresenti un valore inestimabile per tutti gli enti di previdenza”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts