Audizione Remind al Senato:”L’insieme di arti, scienze e tecnologie della Filiera Immobiliare per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza del Paese”

Si è svolta l’11 Marzo 2021 l’audizione di Remind Filiera Immobiliare presso le Commissioni riunite Bilancio e Affari Europei del Senato della Repubblica per fornire contributi di idee al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

L’incontro ha visto la partecipazione del Presidente di Remind Filiera Immobiliare Paolo Crisafi, dell’architetto Michele De Lucchi, premio Compasso d’Oro e Premio Buone Pratiche, di Padre Graziano Sala e del Vice Presidente Remind Francesco Burrelli. Hanno supportato le azioni della delegazione di Remind i Direttori di Area Elisabetta Tizzoni, Eugenio Gurnari e Tommaso Accetta.

L’Architetto Michele De Lucchi, tra le voci autorevoli di Remind Filiera Immobiliare, ha affermato: “Filiera Immobiliare come l’insieme di arti, scienze e tecnologie”

 

De Lucchi ha continuato: “Ripresa non significa solo riprendere ciò che è stato abbandonato, ma anche e soprattutto un nuovo inizio, una nuova partenza.

Resilienza, allo stesso modo, non vuol dire solo resistere, ma anche sapersi adattare, per sfruttare le occasioni migliori. E oggi, dopo un anno di pandemia, abbiamo l’occasione di ripartire più forti, più vivi, più capaci.

Stiamo vivendo un periodo di grandi trasformazioni, lo vediamo nella stessa filiera immobiliare, che deve essere concepita non più nell’ottica di porre un mattone sopra l’altro, ma come insieme di tutte le arti, scienze e tecnologie.

Sfruttiamo le potenzialità dell’architettura per dare vita a nuove occasioni di benessere e di socialità. Costruire significa infatti costruire comportamenti, influenzare sistemi di vita, indicare nuovi modi di intendere le relazioni e porre in essere nuove idee per progettare le comunità”.

Ha fatto seguito l’intervento di Padre Graziano Sala: “Dignità, solidarietà e sussidiarietà i tre pilastri da cui ripartire”.

Padre Sala ha fatto presente che: “Nell’ambito del Comitato Remind ‘Autori dell’Abitare’ ci siamo fermati a riflettere e a pensare: che idea di uomo e di cittadino vogliamo avere? Pensiamo a questo non come utente, ma come persona, inserito in una rete di relazioni e di rapporti umani. Sfruttiamo l’occasione che abbiamo per ripensare le realtà urbane in un’ottica antropologica, e poniamo la relazionalità e la socialità dell’individuo come la base su cui edificare l’immobile.

Tre vie, tre stelle polari, quindi, verso cui direzionarci in questa pandemia: la via della dignità della persona che produce inclusione sociale, quella della solidarietà, per guarire dal virus dell’ingiustizia e, infine, quella della sussidiarietà che produce assunzione di responsabilità da parte di tutti”.

Nell’intervento conclusivo, rispetto al “Piano Nazione di Ripresa e Resilienza”, il Presidente Remind Paolo Crisafi ha così declinato i contenuti del documento programmatico depositato presso le commissioni riunite Bilancio e Affari Europei del Senato: “18 Cantieri della Filiera Immobiliare a disposizione del Parlamento e del Governo Draghi”.

Il Prof. Crisafi, nel suo intervento, ha così argomentato: “Remind mette a disposizione le competenze e le idee contenute nei ‘18 Cantieri della Filiera Immobiliare’ per andare a meglio dettagliare i temi già presenti nel ‘Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza’ inserendo in tal modo elementi che possano riattivare l’economia secondo le buone pratiche nazionali e internazionali e con performance misurabili.

Inoltre, tali idee potranno costituire programma alternativo a quelli già esistenti qualora alcuni temi fossero ritenuti non finanziabili.

È necessario utilizzare le risorse del ‘Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza’ per migliorare la vita delle persone, i territori, le città e l’ambiente costruito attraverso queste macro-aree tenendo anche conto dell’impegno assunto dal Governo (a seguito dell’ordine del giorno n.12 ‘Cura Italia’ approvato dalla Camera dei Deputati):

  1. valutare l’opportunità di adottare iniziative volte a sostenere gli investimenti per la messa in sicurezza degli immobili e dei relativi impianti (in particolare per antisismica e per antincendio) con materiali, metodologie e protocolli energetico-ambientali – rating system;
  2. adeguare, attraverso opportuni strumenti di incentivazione, l’aggiornamento dei requisiti di sicurezza degli ascensori installati in edifici esistenti (cogliendo attraverso questo impegno l’opportunità per adeguare un parco installato obsoleto e favorendo la digitalizzazione degli impianti elevatori – connettività 24h e monitoraggio da remoto – per migliorare accessibilità, efficienza energetica e sicurezza degli utilizzatori);
  3. approfondire gli impatti positivi derivanti sia da una possibile modifica della disciplina delle Siiq (Società di Investimento Immobiliare Quotate) al fine di consentire l’accesso allo strumento anche agli equivalenti soggetti esteri, sia dall’introduzione di un nuovo strumento di investimento, il Fondo immobiliare aperto, al fine di allineare l’ordinamento agli altri Paesi e di rendere più competitiva l’offerta da parte dei gestori italiani;
  4. maggiore sicurezza, specie nel periodo Covid-19, grazie al supporto alle forze di polizia, da parte degli amministratori di condomini e delle guardie giurate; maggiore trasparenza con incentivi al consulente immobiliare;
  5. efficientamento energetico-ambientale e messa in sicurezza degli immobili locati alla PA. Indispensabile inoltre la gestione dei danni da catastrofi naturali con sistema strutturato e con partecipazione assicurativa;
  6. trasformazione dell’ecobonus 110%. Da un lato, una maggiore premialità agli interventi integrati sul sistema edificio. Dall’altro la possibilità di estensione di tale strategia energetico-ambientale ai settori che attualmente non possono usufruire dell’agevolazione, con particolare riguardo a soluzioni per l’emergenza abitativa e per gli immobili turistico-culturali.
  7. semplificazione legislativa e regolamentare;
  8. revisione della normativa appalti;
  9. innovazione, tecnologia e trasformazione digitale per le città e i territori smart;
  10. nuova formazione con più investimenti nella ricerca e con nuove modalità didattiche;
  11. introdurre misure a sostegno della cultura, del turismo e dell’accoglienza;
  12. adeguamento della normativa vigente in materia di infrastrutture sportive
  13. consentire lo svolgersi dell’attività artistiche con particolare riguardo dei cinema e dei teatri di prosa e lirici;
  14. maggiore attenzione a benessere e salubrità. La priorità di azione in particolare dovrà essere data ad un piano di riqualificazione di edifici scolastici e turistici-culturali;
  15. applicazioni di prassi validate in risposta all’attuale pandemia; agli edifici che garantiranno applicazione verificata di tali misure potrà essere data una maggiore elasticità nell’utilizzo rispetto alle vigenti restrizioni covid-19;
  16. maggiore attenzione ai temi dell’economia circolare;
  17. centralità della persone in equilibrio con l’ambiente;
  18. supporto psicologico e supporto psicoterapeutico per le situazioni più gravi in epoca di Covid-19 per masse crescenti di persone quali adolescenti, anziani, lavoratori, famiglie e coppie indebolite dalla crisi pandemica. È necessario introdurre programmi formativi che vadano oltre l’educazione civica e che insegnino l’amore, i sentimenti e le relazioni sin dalle scuole elementari: solo così avremo adulti più consapevoli ed emotivamente stabili.

A latere dell’incontro è intervenuto Francesco Burrelli, Vice Presidente Remind, soffermandosi “E’ importante il ruolo degli amministratori di condomini per il miglior funzionamento delle città. Al fine di una migliore efficacia del Super Bonus e degli ulteriori bonus esistenti con un approccio unitario <<sistema edificio>>, Remindinsieme ad Anaci e alle principali sigle del settore oltre che a Fondazione Patrimonio Comune di Anci- ha raccolto l’invito delle Commissioni riunite Bilancio e Ambiente della Camera per fare cultura sul provvedimento, individuando criticità operative/normative per trovare soluzioni e rendere maggiormente performanti i provvedimenti”.

Total
3
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts