Alfredo Ingletti: “Per essere forti all’estero bisogna prima essere forti nel proprio Paese”

Così Alfredo Ingletti, Consigliere delegato Re Mind alla Internazionalizzazione all’assemblea Remind:”In questa fase è fondamentale incentivare un’integrazione tra ciò che sono le problematiche che la pandemia ha reso manifeste e le politiche legate al turismo, alla rigenerazione, alla riorganizzazione e pianificazione di interventi mirati per le città per permettere all’Italia di primeggiare come Paese attrattivo. In questo momento ci sono tante opportunità che andrebbero sfruttate, e Roma potrebbe davvero giocare un ruolo pilota strategico, essere un punto di riferimento, per poi, a livello internazionale, essere in grado di esportare la propria buona pratica. Per essere forti all’estero bisogna prima essere forti nel proprio Paese”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *