Vittorio Eboli: “Notizie Equilibrate con un Focus Precipuo al Fruitore”

“Comincio subito dicendo che mi fa molto piacere condividere con voi oltre che le buone informazioni che vengono trasmesse quotidianamente tramite Sky TG24, anche un po’ tutto quello che c’è dietro le quinte. È importante avere queste occasioni che permettano di diffondere non solo diciamo la fredda notizia in sé o il dato in numero, ma anche qualcosina in più, con un po’ di empatia e umanità rivolta a chi ci ascolta, a chi ci legge.

Noi infatti con Sky TG24 diamo informazioni su più mezzi multimediali, non c’è solo il telegiornale, c’è anche il nostro sito internet che è costantemente aggiornato, ci sono una serie di profili social sempre aggiornati, ci sono i podcast e quindi tutta una serie di contenuti rivolti sia a chi ci legge, sia a chi ci ascolta e sia a ci guarda, ai quali noi cerchiamo sempre di rivolgerci mettendoli a proprio agio anche da un punto di vista di calore umano.

Volevo ringraziare quindi per la vostra attenzione e per questo riconoscimento Paolo Crisafi (Presidente di NewsReminder) e Carlo Corazza (Direttore Ufficio Italia del Parlamento Europeo), tale premio però mi sento di condividerlo con i miei colleghi perché ovviamente è un riconoscimento che tramite me va ad un’intera testata, a tutta la redazione di Sky TG24. Ribadisco infatti che il ‘dietro le quinte’ è fondamentale, perché il retroscena è fatto di persone, di tecnici, di operatori senza i quali non riusciremmo a trasmettere, a diffondere le buone informazioni.

In questo momento poi in particolar modo cerchiamo di avere un ruolo importante, di non essere né troppo allarmisti né sottacere tanti aspetti anche di cose più scomode che non stanno funzionando al  meglio; cerchiamo quindi il più possibile di essere equilibrati, questo è uno sforzo che noi facciamo tutti i giorni e quindi a maggior ragione mi fa piacere che sia stato riconosciuto, impegno che ribadisco non faccio solo io ma che porto avanti insieme a tutti i colleghi della redazione, missione che si concretizza quotidianamente con la diretta dalle 6 di mattina fino all’una di notte.

C’è assolutamente un aspetto più umano oltre alle brevi edizioni di notizie: noi cerchiamo sempre di raccontare, di approfondire, di ascoltare testimonianze sul campo, e quindi c’è anche quell’aspetto di empatia umana. Questa è una cosa molto positiva in più, la base è quella di cercare di partire dai fatti, dai dati, dai numeri, non dare opinioni precostituite, ma fornire a chi ci ascolta, a chi ci legge, tutti gli elementi per formarsi una propria opinione. Questo è uno sforzo che facciamo da sempre e che continuiamo a fare anche adesso, una buona pratica appunto che in questa fase è ancora più utile e preziosa”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts