Maurizio Molinari, Premio Internazionale Buone Pratiche

“Grazie a Paolo Crisafi, Presidente Remind e del Comitato Editoriale di NewsReminder, e a Carlo Corazza, Rappresentante del Parlamento Europeo in Italia, per questo importante riconoscimento. Un saluto al moderatore e collega Alessandro Galimberti. Ritengo che questo ultimo periodo e’stato lungo e drammatico, difficile, e lo ho iniziato ad affrontare a “La Stampa”, prima di passare alla redazione di “La Repubblica”. La prima difficoltà è stata in questo senso garantire la sicurezza dei giornalisti, per natura tra le categorie più esposte. Abbiamo dovuto ridisegnare il nostro modo di lavorare, adoperandoci per mettere determinate garanzie sanitarie.
Un aiuto importante è arrivato sicuramente dalle nuove tecnologie. Il Paese ha infatti compiuto un evidente balzo in avanti nel processo di digitalizzazione, a partire dagli stessi lettori. Digitalizzazione che ci ha permesso di rinnovarci e di adeguarci ai nuovi canoni. Si pensi solo, a questo riguardo, che il nostro giornale ha raddoppiato il numero degli abbonamenti digitali.
In quest’ottica, dobbiamo inoltre dare atto al governo di aver riconosciuto il carattere strategico dell’informazione, permettendoci di continuare a lavorare, nonostante la crisi pandemica.
In conclusione, quella appena passata è stata una prova drammatica, non solo in termini lavorativi, ma anche soprattutto dal punto di vista umano, per l’intero sistema dell’informazione italiana. Posso dire tuttavia che, grazie anche al grande senso di responsabilità manifestato dai giornalisti e dagli stessi lettori, siamo riusciti a vincere la sfida. Un senso di responsabilità, che, infine, voglio ricordare, ha caratterizzato la stragrande maggioranza della popolazione italiana e che ci aiutato a superare insieme i momenti più bui della pandemia”.

Maurizio Molinari, Giornalista, Saggista e Direttore “la Repubblica”

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts